Camerano

Camerano ha origini remote: i ritrovamenti più antichi risalgono addirittura alla preistoria. Sono stati rinvenuti reperti piceni e romani, oggi conservati in parte all’interno del Comune ed altri ad Ancona. Durante il Medio Evo, Camerano si afferma come castello indipendente e diviene sede di importanti conventi. Si racconta che San Francesco in persona, durante un suo viaggio in oriente, si sia fermato in paese e fondando la Chiesa di San Francesco. Camerano fece poi parte dello Stato Pontificio, come gran parte del centro Italia. Il ‚900 fu il secolo più importante per lo sviluppo di varie industrie, tra cui quello delle camicie e quello delle fisarmoniche.

Patria del vino D.O.C. Rosso Conero, corposo e strutturato vino di uva di Montepulciano, tutti gli anni, la prima settimana di settembre di ogni anno, il paese si accende con la Festa del Rosso Conero.

Il sottosuolo del centro storico di Camerano è caratterizzato da numerose Grotte comunicanti con andamento labirintico, scavate nell’arenaria. Per lungo tempo si è ritenuto che fossero i resti di antiche cave arenarie luoghi per conservare il vino. Ma le esplorazioni, le interpretazioni effettuate e i percorsi turistici, hanno svelato la presenza in quasi tutti gli ambienti di abbellimenti architettonici, bassorilievi e particolari decorativi che poco si addicono a cave arenarie o a semplici locali di deposito: volte a cupola, a vela, a botte, sale circolari e colonne di particolare gusto architettonico, decorazioni con fregi, motivi ornamentali e simboli religiosi costituiscono una delle costanti dell’intero percorso. Svelano agli occhi spesso attoniti del visitatore un paese sotterraneo quasi fiabesco, ricco di fascino, una Camerano segreta in cui trovano concretezza storia e leggenda. L’interpretazione oggi più plausibile è quella di un uso abitativo, rituale, e difensivo anche non molto remoto, visto che 1944 l’intero sistema ipogeo venne adibito a rifugio per la popolazione contro i bombardamenti.

Si accede alle Grotte direttamente dallo IAT – Ufficio Turistico (Tel. 0717304018).